Il Progetto Cre.o.La 2.0 (Creativity, Organization and LAbour) finanziato dal programma Erasmus+ e coordinato dall’associazione Amunì Step by Step è ufficialmente iniziato il 27 e 28 settembre 2022.

Il progetto Cre.o.La 2.0 coinvolge 3 partner internazionali:

  • Future Focus, un ente di formazione basato a Malta,
  • ICEP, un ente certificatore basato in Slovacchia,
  • Redial, un’associazione che si occupa di inclusione sociale con sede in Irlanda.

Il primo incontro tra partner internazionali al Convento del Carmine di Marsala è stata occasione per conoscere le realtà locali che lavorano con giovani migranti nell’ambito dell’orientamento e inserimento lavorativo.

Cre.o.La 2.0 è un remake di Cre.o.LA. (CREatività, Organizzazione e LAvoro) finanziato dal Programma Gioventù in Azione 2011 e realizzato da Amunì Step by Step. Il primo progetto mirava a promuovere lo scambio di esperienze tra giovani migranti e giovani locali e la loro partecipazione attiva per costruire una prospettiva futura, in particolare per quanto riguarda il campo del lavoro.

Cre.o.La 2.0, mira ad aggiornare il progetto precedente, rendendolo più innovativo e digitale.

Cre.o.La 2.0 vuole lasciarsi alle spalle la logica che troppo spesso vede i migranti impegnati in lavori degradanti e disumanizzanti e mostra il ventaglio di possibilità offerte dal mercato del lavoro.

Cre.o.La 2.0 vuole rafforzare l’occupabilità dei giovani migranti, nonché le loro competenze chiave e abilità di base. Il progetto aumenterà le opportunità di incontrare le comunità locali, condividere spazi sociali e connettersi con persone, locali e stranieri, al fine di ridurre le barriere tra migranti e datori di lavoro.

Inoltre, Cre.o.La 2.0 aumenterà le competenze digitali dei partecipanti e li aiuterà a utilizzare tutti gli strumenti disponibili per un approccio responsabile e utile ai social media e al web.

Cre.o.La 2.0 contribuirà anche a ridurre i gap linguistici riferiti a specifici linguaggi settoriali nel campo del lavoro.

I workshop tematici, basati sui profili di giovani migranti, verranno sviluppati attraverso l’approccio CLIL in cui una lingua straniera viene utilizzata come strumento nell’apprendimento di una materia non linguistica in cui sia la lingua che la materia hanno un ruolo congiunto.

https://www.facebook.com/profile.php?id=100070033181801

https://www.instagram.com/creola2.0_/?utm_source=qr&igshid=OGIxMTE0OTdkZA%3D%3D